Radioactivity forum, Alla scoperta della Radioattività

Reply

Radex RD1706 Vs Terra-P, chi vince?

« Older   Newer »
view post Posted on 26/12/2010, 01:41 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
4,413

Status:
ONLINE


Tempo fa abbiamo visto il Terra-P e siccome da subito ne sono stato affascinato, assieme ad altri alle prestazioni, mi sto guardando bene questo modello assieme al Radex RD1706 che ha lo stesso prezzo ma con 2 sonde.
Cercando in iternet si trova un tizio che ha tutti e 2 i modelli e ce li mette a confronto.
quì
www.pocketmagic.net/?p=1200
ma diciamo che non è che ci descrive molto.

Subito si notano le differenze di informazioni che ci danno i costruttori.
il Radex www.quarta-rad.ru/en/products.php?id=7 sembra essere più serio e dettagliato
terra-p www.terra-p.com/global/eng/dosimeter/page/31/

anche Bosi gli è capitato per le mani questo apparecchio e ci dice subito che è il solito gaiger sordo, si vede chiaramente che ama il Ludlum con la 44-9
http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/.../2010/radex.htm

il radex, sembra essere più sensibile perchè ha 2 sonde, ma vedendo i video mi sembra che anche il terra-p non sia da meno, poi senza lo sportelletto diventa anche più sensibile del radex (ovviamente se non modifichiamo anche il radex).

Una cosa che non sono riuscito a trovare è la modalità dosimetro del radex, il Terrà-p si mette in modalità dosimetro e conta in progressione tutto quello che misura, ma il radex? fa al stessa cosa?
Che per caso quì c'è qualcuno che cell'ha?

Quindi sono indeciso quale comprare, il radex mi sembra più serio, ma andrebbe modificato come ha fatto bosi, aprendogli le fessure, però se non ha la funzione dosimetro mi da un pò fastidio!

Poi alla fin fine i modelli saranno uguali sotto sotto...

Voi che ne pensate?




Grande Giove!
 
PM Email  Top
view post Posted on 26/12/2010, 10:09 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Moderatori
Posts:
3,193

Status:
OFFLINE


CITAZIONE (EmmettBrown @ 26/12/2010, 00:41) 
Tempo fa abbiamo visto il Terra-P e siccome da subito ne sono stato affascinato, assieme ad altri alle prestazioni, mi sto guardando bene questo modello assieme al Radex RD1706 che ha lo stesso prezzo ma con 2 sonde.
Cercando in iternet si trova un tizio che ha tutti e 2 i modelli e ce li mette a confronto.
quì
www.pocketmagic.net/?p=1200
ma diciamo che non è che ci descrive molto.

Subito si notano le differenze di informazioni che ci danno i costruttori.
il Radex www.quarta-rad.ru/en/products.php?id=7 sembra essere più serio e dettagliato
terra-p www.terra-p.com/global/eng/dosimeter/page/31/

anche Bosi gli è capitato per le mani questo apparecchio e ci dice subito che è il solito gaiger sordo, si vede chiaramente che ama il Ludlum con la 44-9
http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/.../2010/radex.htm

il radex, sembra essere più sensibile perchè ha 2 sonde, ma vedendo i video mi sembra che anche il terra-p non sia da meno, poi senza lo sportelletto diventa anche più sensibile del radex (ovviamente se non modifichiamo anche il radex).

Una cosa che non sono riuscito a trovare è la modalità dosimetro del radex, il Terrà-p si mette in modalità dosimetro e conta in progressione tutto quello che misura, ma il radex? fa al stessa cosa?
Che per caso quì c'è qualcuno che cell'ha?

Quindi sono indeciso quale comprare, il radex mi sembra più serio, ma andrebbe modificato come ha fatto bosi, aprendogli le fessure, però se non ha la funzione dosimetro mi da un pò fastidio!

Poi alla fin fine i modelli saranno uguali sotto sotto...

Voi che ne pensate?

Allora, io non ho il Terra nè il Radex ma ho avuto il SOSNA che è il capostipite dei geiger digitali sovietici di quella tipologia, peraltro il SOSNA non è il Bella, non è affatto un "giocattolo" in quanto abbastanza preciso, sebbene ovviamente non può competere coi ludlum e simili ma mi pare ovvio che non possa, così come non può un gammascout o un inspector alert, però quanto costa un ludlum ? e le sonde ? e la calibrazione periodica ? e passare la dogana , come tasse e documenti? non è roba per hobbysti secondo me, a meno che l'hobbysta abbia tanti soldi da spendere e pazienza, oltre che fortuna quando lo acquista...

Detto ciò: il discorso che faccio per il SOSNA è in parte applicabile agli altri due che sono molto simili, in particolare il Radex che ha 2 tubi.
Allora, tutti hanno come limite di fondo scala 9,99 mR/h, cioè il terra-p che ha la lettura in uSv/h fa 999,99uSv/h, ciò è legato anche ai tubi usati , SBM-20 che oltre certi livelli non sono affidabili e poi saturano.

Sfatiamo il mito che tutti i geiger russi/sovietici avessero il foglio di piombo attorno al tubo, non è così: il mio SOSNA aveva dentro due tubi (io l'ho smontato quando il display ha cominciato a fare le bizze) e NESSUNO dei due aveva il foglietto di piombo, i tubi erano liberi sa schermature, inoltre c'era un foglio di mica sottile o mylar che copriva la finestra coi tubi per consentire letture beta+gamma senza rischio di contaminazione interna.
Poi aveva anche una presa per una sonda esterna, volendo... cosa che il terra ed il radex non hanno.
Cmq io credo che sia il radex che il terra siano l'evoluzione diretta del sosna, specie in termini di display ed elettronica (il sosna usava circuiti discreti mentre credo che radex e terra usino un microcontrollore per gestire il display ed il resto): il punto debole del SOSNA era il display che dopo qualche anno si rompeva da solo per il resto era un OTTIMO geiger anche parecchio sensibile coi due tubi, e lo stesso penso del Radex, sempre sotto 9,99mR/h ovviamente.

Per quello che ne so il Radex non dovrebbe avere il foglietto di piombo sui tubi ma solo la plastica che volendo si può tagliare per migliorare la sensibilità: di fatto ciò è utile solo per radiazioni poco penetranti tipo roba da 50KeV fino a 100KeV cioè principalmente raggi-x e gamma "deboli" mentre la plastica sottile attenua poco le beta di forte intensità quindi cambia poco da quel punto di vista; idem per le gamma sopra i 100KeV che passano la plastica come se fosse aria
Cioè magari si ottiene un aumento di sensibilità del 20-25% ma non miracoli cmq.
Sul terra c'è lo sportellino mi pare, che è più comodo da levare.
Da notare che nel SOSNA la finestra trasparente era sottilissima e non attenuava affatto sia gli X che le gamma di bassa intensità: era una soluzione cmq più costosa e delicata, nella confezione originale c'erano dei foglietti trasparenti di ricambio (una ventina mi pare) nel caso si fosse sporcato o rotto quello montato sul geiger, ma io non l'ho mai cambiato. Poi il SOSNA aveva la vaschetta per la misura di attività nei liquidi che sia il RADEX che il Terra non hanno.

Come consiglio per l'acquisto io ti direi di guardare a quello che ci vuoi fare:

se ti serve un dosimetro robusto, piccolo e relativamente semplice io direi prenditi il Terra; altrimenti se lo usi solo a casa o in ambienti cmq dove non prende botte o gli piove sopra io direi che il Radex è meglio, però appunto mi pare più delicato. Come sensibilità penso che il Radex sia come il Sosna, abbastanza sensibile se gli togli la plastica; il Terra ha un tubo solo quindi è inevitabile che legga meno beta e gamma a parità di attività e distanza, però la facilità con cui puoi esporre il tubo compensa questo "difetto" ampiamente secondo me.

Io mi prenderei il Terra, che lo vedo più robusto e moderno dell'altro, ed anche più semplice e con meno fronzoli, oltre ad avere la funzione dosimetro e gli allarmi quando si supera una certa soglia. Ma più o meno li vedo equivalenti cmq.

:)

 
PM Email  Top
view post Posted on 26/12/2010, 13:24 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
4,413

Status:
ONLINE


Si ormai i fogli di pimbo non li hanno più messi da tempo. Solo i vecchi ce li mettevano.
i produttori per le radiazioni più penetranti danno come specifiche

terra-p
- gamma and X-ray radiation 0.05 ... 3.0; ±25% MeV
- beta radiation 0.5 ... 3.0 MeV

radex
Range of registered gamma radiation energy from 0,1 to 1,25 MeV
Range of registered X-ray radiation energy from 0,03 to 3,0 MeV
Range of registered beta radiation energy from 0,25 to 3,5 MeV

Non mi sembrano basse, o no?

Grande Giove!
 
PM Email  Top
view post Posted on 26/12/2010, 15:17 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Moderatori
Posts:
3,193

Status:
OFFLINE


CITAZIONE (EmmettBrown @ 26/12/2010, 12:24) 
Si ormai i fogli di pimbo non li hanno più messi da tempo. Solo i vecchi ce li mettevano.
i produttori per le radiazioni più penetranti danno come specifiche

terra-p
- gamma and X-ray radiation 0.05 ... 3.0; ±25% MeV
- beta radiation 0.5 ... 3.0 MeV

radex
Range of registered gamma radiation energy from 0,1 to 1,25 MeV
Range of registered X-ray radiation energy from 0,03 to 3,0 MeV
Range of registered beta radiation energy from 0,25 to 3,5 MeV

Non mi sembrano basse, o no?

nelle indicazioni del radex hanno fatto confusione perchè le X-ray da 3MeV non esistono , sono gamma quei fotoni, del resto parlare di x-ray sopra ai 120KeV non ha molto senso perchè si entra nel dominio delle gamma, cmq il discorso in generale funziona: da 30KeV a 3MeV di x e gamma e da 0,25 a 3,5MeV di beta corrisponde più o meno alle caratteristiche dei tubi SBM-20, che appunto funzionano sulle hard beta e sulle gamma, dato che il tubo è di acciaio inox e blocca le beta più deboli, mentre il tubo resta molto sensibile ai raggi x ed anche ha una buona sensibilità alle gamma.

Complessivamente l'SBM-20 è meglio del tubo LND712 usato dal gammascout, l'unico svantaggio reale è che l'LND712 rileva anche le alfa, ma quanto a beta e gamma è leggermente meno sensibile dell'SBM-20 che è più grande e quindi rileva meglio le beta e le gamma di un tubo più piccolo.

Si, il foglio di piombo è roba usata nei "bella" e simili geiger di fascia bassa di epoca post-chernobyl; come ho detto già il SOSNA (che era il vero geiger "buono" dell'epoca) non li montava affatto e le beta e gli X venivano rilevati con buona sensibilità.
Secondo me nei "bella" e compagnia i fogli di piombo avevano lo scopo di ridurre i conteggi di background per renderne più intuitiva la lettura alla popolazione e per creare meno "allarmismo", insomma erano sordi apposta quei geiger... perchè servivano alla popolazione civile per controllare il latte o il pane e dovevano ticchettare con dosi medio-alte o stare quasi muti tutto il tempo. Il SOSNA invece era un geiger per uso militare (usato negli eleicotteri MI8 ed altri) per cui il pilota o cmq l'operatore doveva farci delle letture "serie" ed in tempi rapidi, anche dall'alto, per questo non sono mai stati schermati i tubi all'interno.

;)
 
PM Email  Top
view post Posted on 26/12/2010, 16:50 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Utenti Senior
Posts:
1,204

Status:
OFFLINE


Bah IMHO questa discussione è completamente superflua perchè si è gia discusso ampiamente delle differenze tra terra-p e radex nel tread del terra-p e in quello sui contatori geiger in generale... In ogni caso avendoli provati entrambi non posso che ribadire che a mio modesto parere tra radex e terra-p non c'è paragone... vince il secondo su tutti i fronti ;)

1) lo strumento del radex sembra ballerino anche dopo lunghe letture mentre dopo 10 minuti il terra-p fornisce un risultato molto stabile. Ad esempio se nella stanza dopo 1 ora mi da 0.17uS/h di fondo e poi lo avvicino a della porcellana e leggo 0.19 vuol dire che l'oggetto è minimamente radioattivo ed il dato è confermato da verifiche con la funzione scaler dell'asp1... rilevare se la porcellana è attiva o no invece mi è impossibile con i vari radex, sv500 (anche con FHZ77A) ecc. ;)

2) la maggior parte dei radex hanno 1 solo tubo ed hanno estetica uguale al 100%. Quelli a 2 tubi sono sempre più rari ed in ogni caso da come si vede anche nei vari video postati nei tread citati il terra-p senza sportellino risulta più sensibile e più veloce a dare un dato preciso di quanto faccia l'altro.

3) il terra-p è anche un ottimo dosimetro in grado di operare ininterrottamente per ben 6 mesi con 2 semplici, leggere ed economiche stilo (!) con allarme impostabile a piacimento con passi di 0.01uS/h ;)
 
PM Email  Top
view post Posted on 27/12/2010, 10:47 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
4,413

Status:
ONLINE


si avevo notato anche io del terra-p queste carateristiche ma non ne ero sicuro, ma vedo che le hai viste anche tu.
Quindi alla fine il RADEX non ha la vera e propria funzione del dosimetro, quella funzione che mi conteggia nel tempo quante radiazioni ho preso.
Che poi alla fine secondo me chiamarlo dosimetro è sbagliato.

Si ho ritrovato una tua descrizione, è che facciamo posto troppi lunghi divagandoci troppo e me li perdo! :)
CITAZIONE (madscientist @ 2/7/2010, 19:24) 
Il radex non è gran che paragonato al mio Terra "aperto" proprio perchè il tubo non si può mettere a nudo. Nel video linkato puoi vedere la differenza tra un portatile come il mio "aperto" ed uno come il radox nel modello di punta che di tubi SBM-20 ne ha 2! :)
Ora considera che molti tubi "militari" le palline del video nemmeno le rilevano e fai le tue considerazioni su chi scrive che gli strumenti russi sono completamente sordi e che sono meglio gli strumenti ex militari come sensibilità :)

www.youtube.com/watch?v=b5IKNEqdkPc&feature=related

La verità è che se si vogliono letture precise a dosi medio alte allora si questi cosetti non sono l'ideale ma se si deve solo capire se le valvole dell'amplificatore dell'amico sono radioattive o no sono cento volte meglio di uno strumento preciso ma delle dimensioni e del peso di una 24 ore ;)


Grande Giove!
 
PM Email  Top
AstroliteG
view post Posted on 27/12/2010, 14:49 P_EDIT




CITAZIONE (EmmettBrown @ 27/12/2010, 09:47) 
Che poi alla fine secondo me chiamarlo dosimetro è sbagliato.

e perchè scusa? :blink:
 
Top
view post Posted on 27/12/2010, 15:24 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
4,413

Status:
ONLINE


per me il dosimetro è quello che ti porti sempre a presso e ti somma tutta l'energia assorbita nell'arco di una giornata.
se mi fai un dosiumetro che ogni 30 secondi si resetta che dosimero è?
o no?


Grande Giove!
 
PM Email  Top
AstroliteG
view post Posted on 27/12/2010, 17:15 P_EDIT




CITAZIONE (EmmettBrown @ 27/12/2010, 14:24) 
per me il dosimetro è quello che ti porti sempre a presso e ti somma tutta l'energia assorbita nell'arco di una giornata.
se mi fai un dosiumetro che ogni 30 secondi si resetta che dosimero è?
o no?

ah, scusa... :lol: ho letto male e credevo che la frase fosse rivolta verso il terra-p :D
in effetti hai pienamente ragione! non è un dosimetro ma magari lo si può considerare una specie di ratemeter per fare delle misure prolungate per 30 minuti ottenendo poi una precisione più elevata... (in teoria! poi dipende da quanto è preciso lo strumento! :lol:)
 
PM  Top
view post Posted on 28/12/2010, 16:03 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Utenti Senior
Posts:
1,204

Status:
OFFLINE


CITAZIONE (EmmettBrown @ 27/12/2010, 14:24) 
per me il dosimetro è quello che ti porti sempre a presso e ti somma tutta l'energia assorbita nell'arco di una giornata.
se mi fai un dosiumetro che ogni 30 secondi si resetta che dosimero è?
o no?

Nel caso del terra-p non si resetta affatto ogni 30 secondi. Se non lo resetti tu con l'apposita funzione assumendo che cominci a prendere ora i valori il fido strumentino continuerà a sommarti l'energia assorbita fino al prossimo giugno avvertendoti per tempo con l'indicatore delle batterie che sta per esaurire le stilo ;)
 
PM Email  Top
view post Posted on 28/12/2010, 16:12 P_EDIT
Avatar

Advanced Member

Group:
Administrator
Posts:
4,413

Status:
ONLINE


CITAZIONE (madscientist @ 28/12/2010, 15:03) 
CITAZIONE (EmmettBrown @ 27/12/2010, 14:24) 
per me il dosimetro è quello che ti porti sempre a presso e ti somma tutta l'energia assorbita nell'arco di una giornata.
se mi fai un dosiumetro che ogni 30 secondi si resetta che dosimero è?
o no?

Nel caso del terra-p non si resetta affatto ogni 30 secondi. Se non lo resetti tu con l'apposita funzione assumendo che cominci a prendere ora i valori il fido strumentino continuerà a sommarti l'energia assorbita fino al prossimo giugno avvertendoti per tempo con l'indicatore delle batterie che sta per esaurire le stilo ;)

si appunto è proprio questo quello che cercavo di capire, non capivo perchè il radex l'ho chiamano dosimentro e non ha questa opzione, forse perchè misura semplicemente in Sv. e quindi dose assorbita.

Grande Giove!
 
PM Email  Top
view post Posted on 23/1/2011, 01:32 P_EDIT
Avatar

Member

Group:
Utenti Abilitati in Scrittura
Posts:
548
Location:
molise

Status:
OFFLINE


i soliti giocattoli costruiti dalla russia per rifilarceli a noi europei sempre le solite sonde che fanno pena sinceramente preferisco roba americana molto ma molto piu seria non ci stanno paragoni.
comunque il terra p e piu carino del radex lo vedo un po piu abbellito per noi europei ma comunque rimangono solo giocattoli perche giocattoli sono e basta.

Edited by wiki1968 - 23/1/2011, 10:35
 
PM Email  Top
11 replies since 26/12/2010, 01:41
 
Reply